Psicoterapeuta ufficiale Centro di Terapia Breve Strategica

Quali psicopatologie posso risolvere con la Terapia Breve Strategica?

Il più delle volte le persone che hanno problemi psicologici sono indotte a pensare che siano indispensabili interventi di psicoterapia piuttosto lunghi, faticosi ed estenuanti. Immaginano di dover ripercorrere un viaggio nel proprio passato per ricercare la causa del problema ma, una premessa di base del modello strategico è che, nonostante i problemi e le sofferenze umane possano apparire complessi e persistere da anni, non per questo devono richiedere soluzioni altrettanto lunghe e complicate.

Disturbi fobici e ansiosi

Fobie e ansia sono un problema molto diffuso, assumono varie forme e presentano diversi gradi d’intensità. Tra questi: Fobie specifiche (di animali, oggetti, situazioni…) e generalizzate, Disturbo da attacchi di panico con o senza agorafobia, Disturbo d’ansia generalizzato, Patofobia (paura di avere una malattia specifica), Ipocondria, Fobia sociale, Disturbo post-traumatico da stress (PTSD).

Disturbi ossessivi e ossessivo-compulsivi

Le ossessioni sono pensieri o immagini mentali che la persona percepisce come intrusive e tenta di controllarle per evitare di soffrire (o per evitarne il peso). Le compulsioni sono comportamenti ripetitivi che la persona attua a livello mentale o nell’azione per placare ossessioni e ridurre l’ansia, finendo col creare rituali di controllo.

Disordini alimentari

Anoressia, Bulimia, Vomiting, Binge Eating. Il rapporto tra mente e cibo è sempre stato strettissimo: il cibo rappresenta da sempre il carburante necessario per svolgere tutte le nostre funzioni biologiche. La mente e il corpo vanno rispettati e compresi se non si vuole cadere nella trappola di un errato rapporto con il cibo che ci porti a distruggere la nostra salute e il nostro equilibrio mentale.

Paranoia e manie di persecuzione

Vivere nella costante convinzione di avere “un nemico da combattere”, sentirsi perennemente aggredito, apparire polemico, sempre all’erta,”biasimatore”, freddo, distaccato, a volte anche ostile. Attribuire la colpa agli altri o comunque a qualcosa fuori di sé. In alcuni casi, la presenza dell’idea che gli altri siano maligni, che complottino e facciano deliberatamente qualcosa contro la sua persona. La paura irrazionale che qualcuno lo segua, la paura di essere scoperti da un momento all’altro.

Depressione

La depressione è una forma di disagio molto sofferta che si manifesta in modi diversi anche se tutti accomunati da uno stesso atteggiamento di rinuncia. Chi soffre di depressione tende a rimandare e a non prendere decisioni poiché è convinto che nulla possa cambiare il suo stato di malessere. Ogni cosa risulta difficile e faticosa e la persona delega continuamente ad altri la responsabilità di farla stare bene, si lamenta della condizione di cui soffre oppure si chiude in un silenzio assoluto.

Disturbi sessuali

Disturbi del desiderio sessuale, difficoltà di erezione, eiaculazione precoce, vaginismo e dispaurenia. Oggi i disturbi sessuali sono in forte aumento e sono all’origine di problematiche varie all’interno della coppia che spesso conducono ad interrompere la relazione. In alcuni casi le difficoltà presenti nella vita sessuale sono associate ad un altro disturbo psicologico (ansia, depressione, ecc…), in altri casi invece sono un problema a sé.

Problemi relazionali e di coppia

Si possono riscontrare difficoltà nella gestione delle dinamiche relazionali in diversi contesti, che sia familiare, amicale, di coppia o lavorativo. Imparare ad affrontare in modo efficace tali problematiche significa lavorare sulla comunicazione e l’interazione che producono il disagio nella relazione. Le problematiche più frequenti sono relative alle simmetrie relazionali (gelosie, litigi, tradimenti, conflitti, separazioni), alle forme di sofferenza relazionale individuale (abbandono, separazione, dipendenza affettiva, lutto) e ai disturbi della sfera sessuale.

Problemi dell’infanzia e dell’adolescenza

Le difficoltà che il bambino e l’adolescente incontrano lungo il percorso di crescita possono essere superate mettendo in atto adeguate forme di intervento per risolvere il problema e in alcuni casi veri e propri disturbi, ovvero quando il disagio diviene invalidante. Tra i più comuni: fobia scolare, ansia da prestazione, manifestare manie e mettere in atto rituali, disturbo da deficit dell’attenzione, disturbo oppositivo-provocatorio, incapacità di relazionarsi.

Disturbi legati all’abuso di internet

Dipendenza dalla Rete, Information overloading addiction: quando le informazioni non bastano mai, Shopping compulsivo in Rete, On-line gambling: le scommesse in rete, Trading on-line compulsivo, Chat dipendenza, Dipendenza da cybersesso. Questo tipo di disturbi porta le persone a non riuscire a limitare l’utilizzo della rete nelle sue varie forme e diventa schiavo di un sistema che le induce ad abbandonare, in alcuni casi totalmente, gli aspetti della propria vita privata e relazionale.

“L’approccio strategico alla psicoterapia può essere definito come l’arte di risolvere complicati problemi umani mediante soluzioni apparentemente semplici”

G.Nardone

Risultati di efficacia dei protocolli di trattamento:

Disturbi fobici e ansiosi95%
95%
Disturbi ossessivi e ossessivo compulsivi89%
89%
Disordini alimentari83%
83%
Disfunzioni sessuali91%
91%
Disturbi dell’umore82%
82%
Disturbi dell’infanzia e adolescenza82%
82%
Dipendenza da internet80%
80%
Presunte psicosi, disturbo borderline e di personalità77%
77%

Come funziona la Terapia Breve Strategica?

Scopri i 4 step dell’intervento terapeutico.
Menu